10 cose che non sapevi su Yuhua Hamasaki


Da quando si è fatta strada verso la fama in RuPaul's Drag Race nel 2018, la carriera di Yuhua Hamasaki sembra andare sempre più forte. Sarta, ballerina, comica e intrattenitrice a tutto tondo, è una delle drag queen di maggior successo in America oggi. Scopri di più con questi dieci fatti rapidi.

1. Ha imparato l'inglese attraverso la TV

Hamasaki è nata nel Guangdong, in Cina, ma si è trasferita negli Stati Uniti con la sua famiglia quando aveva 7 anni. All'epoca conosceva il toisanese, il cantonese e il mandarino, ma a malapena un briciolo di inglese. Entra in televisione. Dopo essersi stabilita a New York, Hamasaki ha iniziato a guardare ogni programma televisivo americano che poteva, oltre ad ascoltare musica inglese e leggere qualsiasi cosa su cui riusciva a mettere le mani. I suoi sforzi sono stati chiaramente ripagati, e oggi l'inglese è l'unica lingua che parla correntemente, le sue abilità cinesi sono diminuite qualche tempo fa.

2. Si è esibita con Katy Perry

Drag Race potrebbe essere stato lo spettacolo per catapultare Hamasaki a nuove vette di celebrità, ma non stava proprio andando male prima. Prima di essere annunciato come uno dei 14 concorrenti della decima stagione di RuPaul's Drag Race nel 2018, una delle più grandi pretese di fama di Hamasaki era come una delle numerose drag queen presenti nell'esibizione di Katy Perry di 'Swish Swish' il sabato sera Dal vivo a maggio 2017.

3. Lei idolatra Laverne Cox

Se c'è una persona con cui Hamasaki scambierebbe volentieri il posto, è il suo idolo, Laverne Cox. 'È una tale pioniera per la comunità', Hamasaki ha detto a Get Out Mag . “È la prima donna trans di tutto e rappresenta molto bene la comunità LGBT! È intelligente, ambiziosa, motivata, gentile, talentuosa e un cuore così gentile'. Con quel livello di adorazione dell'eroe, puoi solo immaginare la reazione di Hamasaki quando ha saputo che avrebbe lavorato con Cox al video musicale del brano del 2018 di Mila Jam, 'Bruised'.


4. Sta incorporando la sua cultura nel suo drag

Quando Hamasaki si è trasferita per la prima volta dalla Cina negli Stati Uniti, lo shock culturale, comprensibilmente, l'ha colpita duramente. 'Avevo l'impressione che qualsiasi cultura, a parte quella anglosassone, fosse disprezzata', ha poi ricordato a Seventeen . 'Mi vergognavo di essere cinese, mi vergognavo di parlare la mia lingua e mi vergognavo di mangiare cibo cinese davanti ai miei amici'. Avanti veloce fino ad oggi, e quella vergogna è davvero sparita. Orgogliosa di sventolare la bandiera del suo paese natale, Hamasaki è desiderosa di mostrare al mondo che c'è di più nella bellezza degli occhi azzurri e dei capelli biondi, e incorpora felicemente elementi della sua cultura nella sua travestimento ovunque può.

5. Ha avuto un'infanzia difficile

Crescendo, Hamasaki si è sempre sentita un'estranea, una situazione che ha reso la sua vita familiare, in particolare dopo l'adolescenza, difficile. Incapace di esprimere se stessa e il suo ritrovato interesse per i ragazzi, i vestiti e il trucco ai suoi genitori, si è allontanata sempre più dalla sua famiglia. 'Ho finito per andare molto nei bar e nei club gay quando avevo 16 anni con un documento falso perché non sapevo dove altro trovare persone come me che erano in grado di condividere cose in comune', ha detto a Get Fuori Mag. “Dato che non riuscivo a trovarlo a casa e a scuola, ho deciso di entrare in contatto con il mondo della vita notturna”.


6. Il suo nome di nascita è Yuhua Ou

Quando Hamasaki è entrata per la prima volta nel travestimento (che, che ci crediate o no, era quando aveva solo 15 anni), non aveva un nome d'arte. Per un po', ha semplicemente usato il suo nome di nascita di Yuhua, ma, una volta che ha iniziato a dedicarsi più seriamente, ha deciso che i tempi erano maturi per un nome drag in piena regola. Dopo aver deciso che voleva qualcosa di asiatico, qualcosa di feroce, e qualcosa che suonasse come se potesse ucciderti, ha optato per 'Hamasaki' dopo la cantante pop giapponese Madonna-Esque, Ayumi Hamasaki.

7. Attribuisce il suo successo a una forte etica del lavoro

Se vuoi il tipo di successo ottenuto da Hamasaki, la priorità numero 1 è non essere pigri. Una forte etica del lavoro è il modo in cui è riuscita ad arrivare dove è oggi, ed è una forte etica del lavoro che incoraggia nei suoi fan. 'Non essere pigro, non essere in ritardo, non avere un atteggiamento sgradevole e ama sempre ciò che fai perché ci saranno alti e bassi', ha detto a Werrk . “Se ami quello che fai, la tua passione ti aiuterà a superare le difficoltà. È così facile essere stanchi, ma la mia cosa è sempre essere positivi e se le cose vanno male, ridi e pensa a questo come a un'altra storia di casino da raccontare ai tuoi amici.


8. È una sensazione su YouTube

Hamasaki potrebbe essere stata eliminata dalla Drag Race di RuPaul nel terzo episodio, ma la sua associazione con lo spettacolo non è finita qui. 'Bootleg Fashion Photo RuView', la versione YouTube autopubblicata di Hamasaki sulla serie Internet 'Fashion Photo RuView' di WOW Presents, ha fatto decollare la sua carriera a nuovi livelli. Da quando è stata ribattezzata 'Bootleg Opinions', la serie mette in mostra l'arguzia e la personalità frizzante di Hamasaki mentre lei e i suoi vari ospiti offrono la loro opinione sui look della passerella dal palco principale di RuPaul's Drag Race.

9. È stata nominata la regina preferita di Time Out NY Magazine

L'elenco dei riconoscimenti di Hamasaki è da leggere a lungo. Oltre a rivendicare il titolo di regina preferita di Time Out NY Magazine e 'Regina dell'anno', è stata anche incoronata Miss Asia NYC e Miss Gay South Pacific. I titoli precedenti, nel frattempo, includono Miss Fire Island, Miss Stonewall e Miss Long Island Entertainer of the Year.

10. Ha fatto il suo debutto televisivo in Big Ang

Nel 2012, Hamasaki ha fatto il suo debutto televisivo in Big Ang, una biografia del personaggio dei reality TV Angela Joyce 'Big Ang' Raiola. Da allora, ha mostrato il suo talento recitativo in molti altri film, tra cui The Carrie Diaries (2013), Blue Bloods (2014) e The Mysteries of Laura (2015).