20 cose che non sapevi su Wizards of the Coast


I maghi della costa è un ottimo esempio di quello che si potrebbe chiamare un grosso pesce in un piccolo stagno. Questo perché è stato uno dei più grandi nomi dei giochi per hobby dagli anni '90, come dimostrato dal fatto che possiede una serie di proprietà molto conosciute all'interno di quei circoli. Tuttavia, i giochi per hobby non sono una delle più grandi industrie di intrattenimento, il che significa che Wizards of the Coast può rivendicare una grande fetta di una torta non particolarmente grande nonostante il fatto che il suo settore abbia visto una sorta di rinascita recentemente. Detto questo, sarebbe un errore sottovalutare l'influenza di Wizards of the Coast perché alcune delle sue proprietà sono state davvero molto influenti. Ecco 20 cose che potresti sapere o meno su Wizards of the Coast:

1. Fondata da Peter Adkison

Nel 1990, Peter Adkison ha fondato la Wizards of the Coast. Tuttavia, il nome esisteva prima di quel momento, visto che negli anni '80 ha autopubblicato un prodotto che utilizzava quello che veniva chiamato il marchio Wizards of the Coast. Coloro che sono curiosi dovrebbero sapere che Adkison non è stato coinvolto nella gestione di Wizards of the Coast per molto tempo, sebbene rimanga attivo nel mondo degli affari e nel mondo dei giochi per hobby.

2. Il nome deriva da una campagna di Dungeons & Dragons

Forse non sorprende che il nome della società derivi da Adkison e dai giochi per hobby dei suoi amici. Per l'esattezza, il nome deriva da una gilda in cui uno dei loro personaggi giocanti era membro di una campagna di Dungeons & Dragons, il che lo rende un nome a dir poco adatto.

3. Il primo prodotto era l'ordine primario

In quei primi tempi, Wizards of the Coast esisteva come editore di giochi di ruolo da tavolo. Pertanto, non dovrebbe sorprendere sapere che il suo primissimo prodotto è stato un was libro intitolato L'Ordine Primordiale , che non era un vero gioco di ruolo da tavolo a sé stante, ma piuttosto un supplemento che poteva essere utilizzato con una vasta gamma di tali sistemi. Per quanto riguarda i contenuti, The Primal Order era incentrato sui giochi di alto livello in generale e sugli dei in particolare.


4. L'ordine primordiale lo ha fatto causa

Come affermato in precedenza, The Primal Order doveva essere compatibile con una vasta gamma di giochi di ruolo da tavolo, rendendolo così utile per una vasta gamma di giocatori di giochi di ruolo da tavolo. Per facilitare ciò, il libro includeva conversioni per numerosi giochi di ruolo da tavolo, che includevano i nomi più famosi di quei tempi. Per la maggior parte, le persone dietro questi giochi di ruolo da tavolo stavano bene con tali inclusioni, ma Palladium Books ha finito per fare causa a causa della menzione dei suoi sistemi nel libro. L'eventuale accordo ha portato a un'edizione rivista che escludeva i sistemi di Palladium Books mentre ne menzionava altri.

5. L'Ordine Primordiale non ha mai ricevuto il seguito previsto

La Wizards of the Coast ha pianificato una serie di follow-up per The Primol Order. Un esempio era un supplemento che si sarebbe concentrato sulle fedi incentrate sugli dei creati usando detto supplemento, mentre un altro esempio era un'avventura che avrebbe usato le regole di detto supplemento. Oltre a questo, c'era un piano per pubblicare ulteriori libri di natura simile ma incentrati su argomenti diversi come l'esercito, l'economia e il governo. Tuttavia, questi piani non sono mai andati a buon fine perché non è passato molto tempo prima che la Wizards of the Coast decidesse di concentrare i suoi sforzi altrove a causa di un uomo di nome Richard Garfield.


6. Non possiede l'ordine primordiale

Attualmente, Wizards of the Coast in realtà non possiede i diritti su The Primal Order anche se è stato il suo primo prodotto. Questo perché quando Adkison ha venduto Wizards of the Coast al suo attuale proprietario, una delle clausole del contratto prevedeva che lui conservasse la proprietà del libro.

7. Richard Garfield ha spinto Wizards of the Coast a concentrarsi altrove

In generale, Richard Garfield è noto soprattutto per essere un game designer. Nel 1991, ha contattato la Wizards of the Coast per un nuovo gioco da tavolo chiamato RoboRally. Sfortunatamente, mentre Wizards of the Coast ha visto la promessa nella creazione di Garfield, le sue finanze non erano abbastanza forti per sostenere la produzione. Invece, Adkinson ha chiesto a Garfield di inventare qualcosa di portatile e veloce, che ha portato alla creazione di Magic: the Gathering.


8. Ho visto la nascita di Magic: the Gathering

Magic: the Gathering è un gioco di carte collezionabili (TCG). In effetti, era il primo GCC mai creato , il che significa che la sua esistenza ha aperto la strada ad altri giochi di carte collezionabili come Yu-Gi-Oh! e l'esistenza del GCC Pokémon. Molti GCC sono andati e venuti dall'uscita iniziale di Magic: the Gathering, ma nessuno è riuscito a eguagliare la sua popolarità duratura per il semplice motivo che le nuove espansioni vengono ancora rilasciate regolarmente. Per prova, non guardare oltre il fatto che l'ultima espansione War of the Spark è uscita a maggio del 2019.

9. Ho dovuto concedere in licenza Magic: the Gathering per un po'

Detto questo, è divertente notare che Wizards of the Coast ha dovuto concedere in licenza i diritti di Magic: the Gathering per un po' di tempo. In sostanza, quello che è successo è che la Wizards of the Coast è stata citata in giudizio da Palladium Books in quel momento, motivo per cui la proprietà del GCC è andata a una società chiamata Garfield Games che era stata creata allo scopo di proteggerla. Alla fine, una volta che la causa è stata risolta fuori dall'aula del tribunale, l'esistenza di Garfield Games è diventata inutile, con il risultato che la proprietà del GCC è andata a Wizards of the Coast.

10. Ha visto l'espansione alimentata da Magic: the Gathering

Il successo di Magic: the Gathering ha avuto un effetto trasformativo su Wizards of the Coast. Questo potrebbe essere visto in un'improvvisa espansione delle dimensioni e della scala delle sue operazioni. Inoltre, questo potrebbe essere visto nei nuovi acquisti della società e nelle nuove versioni. Detto questo, anche se Wizards of the Coast ha mostrato un rinnovato interesse per i giochi di ruolo da tavolo per un po', presto si è spostato una seconda volta perché i suoi sforzi non hanno avuto successo.

11. Acquistato TSR

Nel 1997, Wizards of the Coast fece quello che rimane il suo acquisto più noto, che sarebbe quello dell'editore di giochi chiamato TSR. Al giorno d'oggi, TSR non esiste più, ma il suo prodotto più noto Dungeons & Dragons rimane una parte molto popolare del panorama dei giochi per hobby, come dimostrato dal fatto che ora è alla sua quinta edizione . Per quanto riguarda il modo in cui la TSR è stata acquistata dalla Wizards of the Coast, basti dire che la leadership della società ha rilasciato più prodotti di quelli che il mercato potrebbe supportare, con il risultato che si è trovata in una crisi di liquidità in un momento molto inopportuno.


12. Incentrato sulle impostazioni della campagna più redditizie

Una volta che Wizards of the Coast ha messo le mani su Dungeons & Dragons, ha deciso di concentrarsi sul on impostazioni della campagna più redditizie , che erano Greyhawk e Forgotten Realms. A causa di ciò, alcune ambientazioni della campagna molto amate ma non particolarmente redditizie hanno smesso di ricevere nuovo materiale, il che è stato un vero peccato perché alcune di esse erano molto creative e quindi di natura molto interessante.

13. Creata la licenza di gioco aperto

Non passò molto tempo prima che Wizards of the Coast iniziasse a pensare di rilasciare una 3a edizione per Dungeons & Dragons, anche perché le nuove edizioni tendono a provocare un'impennata delle vendite. Detto questo, l'uscita della 3a edizione ha visto la creazione della Open Game License, che ha permesso alle parti interessate di utilizzare le meccaniche di gioco del gioco di ruolo da tavolo per le proprie opere. Una vasta gamma di prodotti è stata resa possibile dalla licenza Open Game, ma il più noto dovrebbe essere il Pathfinder Roleplaying Game, che ora controlla un'enorme percentuale del mercato dei giochi di ruolo fantasy da tavolo a sé stante.

14. Ha tenuto un concorso che ha portato a Eberron

Nel 2002, la Wizards of the Coast ha tenuto la ricerca di ambientazioni fantasy, che avrebbe dovuto produrre la successiva ambientazione della campagna per Dungeons & Dragons. Ciò ha portato a Eberron di Keith Baker, che si è distinto in quanto ha incorporato molti elementi familiari del franchise dando al tutto un aspetto molto diverso e un tono molto diverso. Un eccellente esempio di queste caratteristiche distintive può essere visto nel fatto che Eberron include sia treni che navi volanti, che non sono particolarmente comuni nelle impostazioni più tradizionali della campagna di Dungeons & Dragons.

15. Acquistato a causa di Pokemon TCG

In vari momenti, Wizards of the Coast ha posseduto o prodotto varie proprietà degne di nota che ora vengono gestite da altre società. In particolare, vale la pena menzionare il Pokemon TCG, che una volta era pubblicato da Wizards of the Coast. Inoltre, il Pokemon TCG si è rivelato così popolare da spingere Hasbro a fare la scelta di rilevare la società, anche se va detto che lo stava già pensando all'acquisto in anticipo a causa del successo di Magic: the Gathering.

16. Ha una filiale

Attualmente, Wizards of the Coast è una filiale. Tuttavia, è interessante notare che ha una propria filiale, che si chiama Avalon Hillva . Per coloro che sono curiosi, Avalon Hill è specializzato in wargame e giochi da tavolo strategici, il che significa che ha una buona dose di compatibilità con la sua casa madre. Certo, Wizards of the Coast non è particolarmente noto per nessuna di queste due cose, ma sono parte integrante dei giochi per hobby. In effetti, è risaputo che Dungeons & Dragons è nato a causa di una precedente creazione chiamata Chainmail, che era un wargame che faceva uso di miniature.

17. Utilizzato per gestire i propri negozi

Nel 1999, Wizards of the Coast raccolse una catena di negozi di giochi chiamata The Game Keeper che fu prontamente ribattezzata Wizards of the Coast. Sfortunatamente, gli anni 2000 non sono stati esattamente quello che chiunque chiamerebbe un buon momento per i giochi per hobby, che presumibilmente hanno avuto un ruolo nel fallimento di tale sforzo. Alla fine del 2003, la società aveva deciso di chiudere i restanti negozi di giochi. Qualcosa che è stato realizzato all'inizio del 2004.

18. Con sede a Renton, WA

Inizialmente, Wizards of the Coast aveva sede appena fuori Seattle, WA. Al giorno d'oggi, ha sede a Renton, WA, che è uno dei sobborghi di Seattle. Quando il luogo fu abitato per la prima volta, la sua economia dipendeva dall'estrazione di risorse naturali. Nei tempi moderni, Renton ospita un numero sorprendente di aziende coinvolte nella tecnologia, nella produzione e in altri settori, con Wizards of the Coast che è solo una delle tante.

19. Il quartier generale di Renton ha una statua del drago

Il quartier generale di Renton è famoso per avere una statua di un drago di Shivan che le persone interessate possono vedere mentre si dirigono all'interno. Tale creatura proviene da una carta iconica di Magic: the Gathering, avendo acquisito tale status per un paio di motivi. Per cominciare, è una creatura forte e resistente con la capacità di volare, il che la rende una potente minaccia sul campo. Tuttavia, ciò che lo rende davvero speciale è l'abilità speciale di aumentare il suo potere offensivo fintanto che il giocatore ha le risorse per pagarlo, il che significa che può essere una minaccia per la fine del gioco se usato nel modo giusto.

20. Pubblica molti romanzi

Oltre ai suoi giochi, Wizards of the Coast è nota per la pubblicazione di romanzi basati sulle ambientazioni di quei giochi. In una certa misura, questa è una continuazione delle nuove pratiche editoriali di TSR. Tuttavia, Wizards of the Coast stava già pubblicando romanzi tie-in prima di acquistare TSR, visto che il primo romanzo di Magic: the Gathering è uscito nel 1994.