Cinque cose che non sapevi su Manu Bennett


Manu Bennett ha la genetica a suo favore. Suo padre è NgÄ??ti Kahungunu e Te Arawa MÄ??ori e irlandese. Sua madre era scozzese. La nascita di Bennett a Rotorua, in Nuova Zelanda, è stata seguita da anni di crescita in Australia, dove è stato attivo nel rugby e nella danza. I suoi capelli e gli occhi scuri si abbinano molto bene con il suo bel sorriso, e la sua fisicità gli ha portato ruoli potenti in film come Crixus nella serie Spartacus e Azog il Re degli Orchi nella trilogia di Hobbit. Ha sviluppato una filmografia impressionante e crediti televisivi, con apparizioni sia in ruoli secondari che da protagonista.

Quando gli è stato chiesto quale personaggio dei fumetti gli sarebbe piaciuto davvero interpretare, ha risposto: 'Forse Phantom...' Ma, ha anche detto che a causa della sua etnia e delle sue verità, gli piacerebbe davvero creare interpretazioni di alcuni dei grandi miti polinesiani e storia. Gli piacerebbe poterlo rappresentare qualche volta, e sarebbe bello ascoltare storie diverse da tutto il mondo. Notò un leader Maori la cui storia era abbastanza simile a Spartacus. Il suo bis, bis, bisnonno Pokiha era un incredibile guerriero della Nuova Zelanda. Manu prende anche il nome da suo zio, il Vescovo della Nuova Zelanda. Nonostante il suo amore per le grandi storie e le arti, spera che un grande eroe della vita reale emerga nel mondo.

Manu ha avuto un terribile incidente d'auto e sua madre e suo fratello sono stati uccisi.

Manu aveva solo 15 anni all'epoca. Ha detto che era difficile concentrarsi sulla scuola e sulla vita dopo la loro morte. L'ha affrontato fisicamente giocando a rugby. Ha fatto la squadra australiana scolaro. Per affrontare le sue emozioni, la sua ragazza lo ha introdotto al balletto. Ha perso i campionati australiani di rugby perché doveva ballare nel Lago dei cigni. Ha descritto se stesso di avere una grande capacità espressiva nel mondo della danza, e questo è l'ingrediente chiave che lo ha spinto a diventare un attore.


Ha descritto se stesso ha due lati, sia emotivo che fisico. Usa entrambi i lati per interpretare i suoi ruoli, impiegando il suo senso emotivo e le capacità fisiche per creare le sue interpretazioni dei personaggi. Cerca sempre di trovare 'tutto quello che c'è in un uomo' ... non solo le giuste angolazioni di ripresa, ma qualunque cosa abbia dentro di sé per aiutare il pubblico a sentire i suoi personaggi. L'esperienza del balletto lo ha aiutato a superare i sentimenti che provava per la perdita di sua madre.

Manu una volta trasportava pietre come bracciante a Sydney.


Non era quello che aveva pianificato. Aveva avuto un ruolo da protagonista in Smashing Machine, con Jean-Claude Van Damme. Manu si stava allenando in Sud Africa per il ruolo quando Van Damme si è tirato indietro e il film è stato ucciso. Manu aveva messo tutte le sue cose in deposito per allenarsi ed era tornato in Australia senza casa. L'unico lavoro che riuscì a trovare fu un anno e mezzo di estrazione di pietre da piscine e simili. Attribuisce al lavoro di averlo portato al punto in cui era mentalmente e fisicamente pronto ad assumere il ruolo di Crixus, il gladiatore gallico.

Manu si è rotto tre costole in una scena di combattimento nei panni di Crixus.


Gli piace affinare le sue scene di combattimento in modo che abbiano l'aspetto della realtà. Tende a combattere in modo aggressivo, ma a volte sente di averlo portato oltre i limiti della ragione. La scena lo vedeva sollevare uno stuntman, lanciarlo in aria e poi affrontarlo. Ma i due volarono insieme in aria, lo stuntman atterrò con il ginocchio piegato e Manu atterrò su di esso. Ha completato scene di combattimento per tutto il giorno. Il giorno successivo, ha avuto un'apparizione in programma al Comic Con di San Diego. Si è reso conto di essere stato gravemente ferito quando ha quasi smesso di respirare durante il viaggio in aereo.

Manu ha comprato tutti i fumetti di Deathstroke.

Era a un Comic Con e un ragazzo aveva una vasta collezione di fumetti. Ha chiesto al venditore di aiutarlo a trovarli tutti e li ha acquistati. Ne ha letti molti, ne ha sfogliati alcuni e ha versato sopra le immagini. Ha detto che è importante ancorarsi al materiale originale quando si fa parte di uno spettacolo televisivo. L'adattamento televisivo ha una sua interpretazione e licenza artistica. Manu ha incontrato il primo artista che ha disegnato Deathstroke, George Perez, che ha detto a Manu: 'Non assomigli per niente a lui!' Ma Manu ha creato il suo senso del personaggio, ha creato la sua interpretazione e ha ricevuto enormi complimenti dal creatore e scrittore di Deathstroke, Marv Wolfman, per l'uso del giusto senso del personaggio.

Manu ha detto che Spartacus è stato 'un viaggio incredibile'.


Crede che lo spettacolo fosse completamente degno di un Emmy, ma essendo una produzione australiana, non è stato possibile votare per le produzioni non americane. Ha detto che non ha lavorato in nessun altro spettacolo in cui le sceneggiature erano scritte così bene come quelle di Spartacus. Ha anche notato che è stata un'enorme sfortuna per lo spettacolo e una tragedia ancora più grande per la famiglia quando Andy Whitfield è morto di cancro. Lo spettacolo ha perso molti fan che rispettavano Whitfield. Ma i bravi scrittori dello show hanno lavorato sul continuum dello show e hanno salvato lo show dalla cancellazione da parte della rete.

Salva