Ricordi quando Cameron Monaghan era in 'Malcolm in the Middle?'


Ricordi quando Cameron Monaghan era in Malcolm in the Middle? Ha interpretato il ruolo di Chad, un bambino profondamente disturbato nella classe dei bisogni speciali con Dewey che è stato costantemente visto indossare un cartello sul davanti e sul retro della maglietta. Uno dei segni più divertenti sul davanti di solito aveva a che fare con il non toccarlo, mentre quello sul retro aveva a che fare con il non ignorare il segno sul davanti. Era forse uno dei più disturbati di tutti i ragazzi e probabilmente uno dei più aggressivi quando si arriva davvero al punto da quando c'è stato un episodio in cui ha preso un'ascia e una pila di vestiti e ha iniziato a tagliare le sezioni colorate ogni capo di abbigliamento.

Sì, era così disturbato.

Da allora ha fatto alcune cose per cui è conosciuto, un paio di ruoli che sono stati molto conosciuti da molte persone che amano gli spettacoli in cui è apparso. Gotham e Shameless sono senza dubbio due degli spettacoli in cui è stato il più facilmente notato, poiché i suoi personaggi sono così esagerati che non puoi fare a meno di pensare che si inserisca nei suoi ruoli così profondamente che ogni tanto deve essere sminuito. A questo punto è sorprendente che non sia stato scelto per progetti più grandi poiché la sua recitazione è abbastanza buona da meritarsi una parte più grande da qualche parte, specialmente se quella parte presenta un giovane molto disturbato che può recitare la parte perfettamente e senza molta direzione.

Se assumi il ruolo di Chad, poi lo trasformi in Ian, e poi lo porti a Gotham dove ha interpretato il ruolo di Jerome Valeska, che si pensava fosse la prima versione del Joker, puoi vedere il tipo di nicchia in cui Cameron si inserisce per quanto riguarda i suoi ruoli di carattere. Le teorie e le voci sono abbondate da quando sono state scoperte le somiglianze, ma sembrerebbe che non sarà il principe pagliaccio di Gotham. Eppure, nonostante tutto, Jerome è un personaggio terrificante in quanto non ha morale, nessun senso di compassione e nessuna riserva quando si tratta di caos. È facile dire che Cameron impazzisce molto bene, ma è ancora meglio affermare che porta una nuova profondità al disturbo mentale poiché fa esplodere l'atto del manicomio sullo schermo apparentemente senza alcuno sforzo reale. Le persone possono effettivamente credere che sia pazzo come sembra, anche se ovviamente fuori dallo schermo è solo un altro individuo calmo ed equilibrato.


In Shameless il suo personaggio, Ian, è così turbato che va e ruba il bambino del suo ragazzo fino a quando non viene finalmente catturato e mandato a casa. Ha così tanti problemi a identificarsi con se stesso e con chi è che continua a dare di matto e scappa, lasciando la sua famiglia a chiedersi e preoccuparsi per lui finché non riappare. Oppure giacerà a letto in una profonda depressione e non risponderà a nessuno a meno che non sia per urlare loro di lasciarlo in pace. Cameron Monaghan ha bisogno di essere considerato per il grande schermo in un film importante a un certo punto, perché altrimenti il suo talento non viene messo a frutto abbastanza bene.