Che fine ha fatto Leah Ayres?


Alcuni attori sono destinati a essere conosciuti solo per pochi ruoli, o forse solo per uno nella loro vita, e di solito è perché hanno fatto un ottimo lavoro con un ruolo o perché non hanno fatto molto dopo. lia ayres fatto molto prima e dopo Sport sanguinoso dove era una giornalista decente che era davvero difficile da comprare, ma questo è sicuramente uno dei pochi film in cui verrà ricordata. Nonostante ciò, è riuscita a presentarsi in una serie di spettacoli e altri film che l'hanno rappresentata in modo piuttosto prominente. È probabile che per molte persone, anche se la semplice menzione del suo nome potrebbe non far emergere molti ricordi. Dire 'la giornalista di Bloodsport' potrebbe ottenere molto più riconoscimento, tuttavia, dal momento che una cosa su di lei in questo film è che era persistente, tenace e sicuramente qualcuno che non permetteva alle persone di prenderla in giro se poteva aiutarlo. Questo è il tipo di personaggio che è riuscita a interpretare molte volte poiché, come hanno detto alcune persone, i migliori attori di solito sono quelli che non provano a recitare, semplicemente entrano sullo schermo e iniziano a recitare come se stessi. C'è molta verità nel fatto che molte volte gli attori che si comportano meglio sono quelli che non si sforzano così tanto di impressionare il pubblico, ma si divertono solo con la parte. Piaccia o no, però, Bloodsport era un grande film per l'epoca, anche se la 'leggenda' del campione di Kumite Frank Dux è stata ampiamente criticata e anche presumibilmente smentita più di una volta.

In ogni caso, mentre la leggenda di Frank Dux è stata un po' diffamata nel corso degli anni, quella di Leah sta andando bene, almeno finché è durata da quando si è ritirata dal mondo dello spettacolo nel 1998 dopo quasi due decenni davanti allo schermo sia in TV che al cinema. Sembra che sia diventata molto coinvolta nello yoga per bambini e che sia impegnata con questo da anni ormai. Il suo patrimonio netto non è poi così tanto, ma è meglio di niente ed è abbastanza per assicurarsi che abbia una vita comoda, anche se probabilmente continua a lavorare e a fare bene nel suo corso attuale. Essendo sulla sessantina a questo punto, Leah è in buona forma per una donna dei suoi anni e sembrerebbe invecchiata abbastanza bene. Anche se c'è molto da imparare su Leah, ci vuole un po' di ricerche, come il fatto che si è diplomata al liceo dopo 3 anni dopo aver frequentato principalmente corsi AP, e che le piaceva ballare per buona parte della sua vita, e che non sapeva quasi nulla della storia di Bloodsport a parte il fatto che non aveva uno spogliatoio quando è arrivata sul set. Tutto ciò è vero, ed è anche vero, poiché è stato coperto da Johnny Caps di Pop Geek in un'intervista con Leah, che ha quasi lasciato a un certo punto durante la realizzazione del film poiché non aveva un posto dove cambiarsi mentre le star avevano le loro stanze e roulotte. A quanto pare hanno tolto i sedili da un vecchio camper VW e le hanno permesso di usarlo come camerino. Non era molto, ma era qualcosa.

In un certo senso, però, questo è il momento clou della sua carriera quando si tratta del personaggio che ha prodotto e della fama che ne deriva, poiché altrimenti molte persone potrebbero avere difficoltà a pensare a cos'altro ha recitato in tutto gli anni. Non c'è dubbio che Leah sia stata in giro ed è riuscita a presentarsi in una serie di programmi diversi e in diversi film prima e dopo il suo tempo in Bloodsport. Ma il punto è che l'unico ruolo che molte persone si sono rivolte a lei è arrivato durante questo film quando interpretava il giornalista volitivo che apparentemente non poteva fare a meno di concentrarsi su Frank Dux e il presunto illegale Kumite che è stato così oggetto di accesi dibattiti nel corso degli anni. Qualsiasi cosa prima e dopo di ciò ha avuto successo quando ci si prende davvero il tempo per guardare i suoi successi, ma nel complesso Leah è stata probabilmente vista come una sorta di talento mediocre che ha sicuramente contribuito al grande e piccolo schermo a modo suo e ha creato ancora un altro personaggio che è memorabile per una buona ragione. Altrimenti, tuttavia, è qualcuno che ha fatto quello che poteva mentre era dentro per farsi notare e ha finito per allontanarsi quando ha sentito che era il momento giusto, si spera senza rimpianti. La parte migliore di tutto è che è destinata a essere ricordata per molto tempo poiché Bloodsport è ancora un film molto apprezzato.