White Collar Stagione 3 Episodio 1 Recensione: 'In guardia'


Nel corso dei prossimi mesi, molti di noi di TVOvermind parteciperanno al nostro progetto di rewatch estivo e recensiranno alcune delle nostre serie preferite di tutti i tempi che hanno lasciato un segno importante sulla televisione e sulla cultura pop in generale. Tiffany C. Lockhart ripercorrerà la terza stagione di 'White Collar', trasmessa dal 2009 al 2014 su USA Network.

È passato quasi un anno da quando Colletto bianco si è conclusa nella sua corsa di sei stagioni. Dopo aver visto molte repliche di vecchi episodi di questa fantastica serie su The CW, ho pensato di aggiungerlo alla mia lista di rewatch estivi. Per queste recensioni estive, tuttavia, invece di iniziare proprio dall'inizio della serie, inizierò a metà, la terza stagione, per essere precisi, perché è lì che inizia davvero l'azione.

L'episodio inizia con un inseguimento sull'asfalto. Neal Caffrey (Matt Bomer) e Mozzie (Willie Garson) stanno cercando di fuggire a bordo di un aereo a due lontre serie 400 con l'agente speciale Peter Burke (Tim DeKay) e la sua squadra alle calcagna. Diana (Marsha Thomason) chiama il resto della squadra dell'FBI per inscatolare l'aereo per impedirne il decollo.

Tornando indietro di quattro giorni, vediamo l'agente Burke interrogare Neal facendo eseguire a quest'ultimo un test della macchina della verità. Quando ho visto la scena svolgersi, stavo pensando tra me e me, Neal Caffrey è un abile truffatore che può farla franca con qualsiasi cosa (tranne essere scoperti, ovviamente), quindi potrebbe aver mentito attraverso la macchina della verità senza che si mettesse la metaforica bandiera rossa.


'On Guard' non rivela se Neal ha tradito o meno il test della macchina della verità, ma almeno sappiamo che ha un buon cuore. Fa solo le cose sbagliate per le giuste ragioni, come affermato da Elizabeth Burke (Tiffani Thiessen), la moglie di Peter, più avanti nell'episodio in cui Neal va a casa di Peter per parlare con lei e per scattare una foto del libro che conteneva informazioni su il dipinto del Chrysler Building.

Vediamo anche all'inizio dell'episodio che il magazzino in cui un U-boat tedesco contenente tutti i dipinti e i preziosi tesori rubati dai nazisti viene fatto esplodere in fiamme. Il colpevole viene poi rivelato essere Mozzie, che stava tentando di spostare l'obiettivo da Neal quando l'agente Burke lo sospettava di aver preso tutte le opere d'arte e i tesori rubati dal magazzino, che Mozzie ha spostato in un luogo discreto da qualche parte a New York.


Mi piace guardare questo inseguimento del gatto col topo tra l'agente Burke e Neal Caffrey. Mi è piaciuta particolarmente la scena in cui Neal ha tirato fuori un Magritte (aka il suo famosoFiglio di uomopittura) dopo aver visto una ciotola di mele verdi e la sua fedora su un tavolo. Li usa per creare un diversivo in modo che lui, Mozzie e Cindy (la nipote di June, padrona di casa di Neal) possano sostituire il dipinto bruciato del Chrysler Building trovato sull'U-boat al magazzino con una copia autentica creata da Neal, dopo aver trovato fuori che Elizabeth stava usando i suoi collegamenti con la galleria d'arte per eseguire un test sul frammento bruciato del dipinto. L'intera cosa è stata impeccabile e Neal è persino riuscito, in qualche modo, a tornare al suo appartamento in tempo prima che arrivasse l'agente Jones per tenerlo d'occhio secondo gli ordini dell'agente Burke.

'On Guard' torna quindi agli eventi che abbiamo visto all'inizio dell'ora, con Neal e Mozzie che cercano di scappare in aereo, ma questa volta hanno altri due passeggeri: l'agente Jones e un uomo di nome David Lawrence (guest star Neil Jackson, che, nota a margine, interpreta anche Abraham Van Brunt/Headless Horseman in FOX'sSleepy Hollow). Lawrence stava cercando di trasferire fuori dagli Stati Uniti i 60 milioni di dollari che aveva rubato alla Federal Reserve quando l'FBI è intervenuta per fermarlo.


Neal, come indicato dall'agente Burke, usa uno dei suoi tanti pseudonimi per convincere David a lasciarlo aiutarlo a spostare i soldi. La scena in cui David rivela a Neal di aver immagazzinato i soldi in due dei condotti dell'aria al Gramercy Fencing Club è stata geniale. Dopo che David ha modificato i cavi che controllano i condotti dell'aria, i soldi si riversano come una cascata verde. Adessoquellaè quello che chiamo far piovere.

Alla fine, David Lawrence viene catturato dall'agente Burke e dalla sua squadra, e Burke stabilisce una tregua tra lui e Neal. Il primo viene richiamato in ufficio e, una volta arrivato Burke, Diana gli dice che l'equipaggio dell'E.R.T (Evidence Recovery Team) ha trovato parte del manifesto originale dell'U-Boot tedesco contenente 22 dei dipinti che erano a bordo.

L'agente Burke le chiede quindi chi altro sa del manifesto, e lei dice che due membri dell'E.R.T, Jones e se stessa, a cui l'agente Burke risponde che vuole mantenerlo così per il momento. Questo episodio diColletto biancofinisce con Neal e Mozzie che cercano di trovare un modo per ottenere i fondi necessari per la loro seconda grande fuga, e Neal sembra aver trovato un modo quando sono comparsi i titoli di coda.

Cosa sta pianificando Neal? Riuscirà a farla franca o l'agente speciale Peter Burke si metterà sulla sua strada? Avanti con l'episodio 2!


[Foto tramite rete USA]